E’ APPENA USCITO IL MIO ULTIMO LAVORO: LA CUCINA E LA GASTRONOMIA DEI NEBRODI. TRADIZIONE E INNOVAZIONE.

A un anno dalla pubblicazione del volume Dalla natura alla tavola: erbe e frutti spontanei nelle vallate dei Nebrodi, torno sugli usi e le abitudini alimentari delle popolazioni di questa regione che rappresenta un territorio molto ampio, una parte importante e per certi versi “diversa” della Sicilia. La gastronomia e la cucina dei Nebrodi: una grande varietà, arricchita da molteplici apporti e dalla cultura alimentare antica. Niente affatto sottratta in passato alle contaminazioni culturali, lascia alle generazioni future un ingente patrimonio di alimenti e sapori, originale in diversi tratti del suo carattere e della sua complessità. Una fotografia di ciò che appare attuale, ma nell’istantanea che ho scattato l’antico, il vecchio e il recente inevitabilmente si mescolano. Una fotografia fatta per rendere servizio alla memoria delle popolazioni dei Nebrodi che verranno ma anche per fare conoscere meglio a tutti, non trascurando i molti figli di queste terra in giro per il Mondo, la cucina di questa terra. Un approccio nelle trame della cucina regionale ma libero dalle necessità della retorica e della comunicazione della gastronomia siciliana.
Vai alla scheda del libro

 

DI QUESTI TEMPI LE ATTIVITA’ FORMATIVE  E LE PRESENTAZIONI DEI LIBRI SONO NUOVAMENTE IN QUARANTENA. L’AUGURIO CHE FACCIO A TUTTI QUANTI E’ DI TORNARE PRIMA POSSIBILE A FARE INSIEME TUTTE LE COSE (BUONE) CHE SI FACEVANO PRIMA

 Considerato che, come tutti quelli che hanno potuto e che per fortuna non sono stati in prima linea, ho trascorso lunghe giornate a casa, ne ho approfittato per lavorare agli approfondimenti sulle piante spontanee alimentari e pubblicarli. Altro tempo è stato dedicato alla cucina e alla gastronmia dei Nebrodi. Così vi segnalo nella pagina “pubblicazioni” le novità. Se – per il tema delle piante spontanee alimentari e per i suoi appassionati – potessero essere di aiuto a cacciar via i brutti ricordi e qualcuno volesse approfittarne, ricordo la disponibilità anche degli ebook, che sono arrivati a casa senza a mettere a rischio corrieri per la consegna e si leggono allo stesso modo. I libri sono disponibili presso l’editore e tutti i principali stores multimediali oltre che presso edicole e librerie che ne hanno fatto richiesta. 

RICORDO CHE DIVERSE PAGINE DEL SITO SONO IN FASE DI RESTYLING

 

Non vado alla velocità di un clic: cerco sempre di prendermi il tempo che ci vuole per pensare


Non andate alla velocità di un clic: prendetevi il tempo necessario per leggere

Sono titolare del marchio SlowWeb qui sopra: chiunque volesse diffonderlo perchè né condivide lo spirito può contattarmi per l’autorizzazione a usarlo, che per scopi non commerciali verrà concessa gratuitamente

 

Per quasi dieci anni questo sito non è stato più aggiornato, per diversi e validi motivi che non è il caso di spiegare perché annoierebbero il visitatore (volendo si capisce a fianco: per cominciare a navigare …). Ora che il sito riprende nuova vita, conservo però in apertura, e con ben maggiore preoccupazione di dieci anni fa, questa stessa foto.

Esponenti socialisti sampietrini dopo l'arresto

Dieci anni fa il sito si apriva con la domanda: “È questo che ci aspetta dietro l’angolo?”. E con queste parole. “La foto mi è cara [mi è stata regalata dall’amico e compianto Pietro De Luca, scattata da suo padre, anch’egli fotografo, come lui]: 1921, raffigura un gruppo di socialisti di San Piero Patti in caserma dopo uno dei frequenti arresti, e dopo agguato, con bastonatura, ad opera dei fascisti che di lì a poco avrebbero dato l’assalto anche allo Stato. Da vittime a colpevoli. Fra di loro c’è il fratello di mia nonna, che negli anni trenta sarebbe stato mandato al confino politico, come molti italiani che non si erano voluti addomesticare alla dittatura 

Chi vuole continuare può leggere cliccando su Info

 

 

Condizioni per la riproduzione delle immagini presenti nel sito

La quasi totalità delle immagini qui presenti sono mie. L’utilizzo o la loro riproduzione sono consentite solo per uso personale. Altri usi, anche non commerciali, sono vietati senza il mio espresso consenso. Chi fosse interessato all’autorizzazione per il loro utilizzo (che verrà concessa senza difficoltà e gratuitamente per usi non commerciali, purché leciti) è pregato di contattarmi. Per usi commerciali la valutazione circa l’autorizzazione gratuita od onerosa all’uso sarà fatta di volta in volta a seconda dalle circostanze di utilizzo. In ogni caso, per qualsiasi uso, è fatto obbligo della citazione dell’autore e di questo sito.

Per quanto riguarda le immagini di beni culturali o altre con valenza privata o quelle comunque non mie si ritiene di dover suggerire una doverosa ulteriore richiesta alla proprietà o al detentore dei diritti di cui sopra dopo aver ricevuto le dovute informazioni che potranno essere richieste via e-mail.

Condizioni per la riproduzione dei testi

Testi, articoli e saggi di questo sito non diversamente indicati sono del sottoscritto. Come per le immagini, niente potrà essere riprodotto, neanche parzialmente, senza il consenso scritto. Si autorizza comunque fin d’ora l’uso dei saggi e degli articoli (fatti salvi i diritti degli editori, ove ci sono) per ragioni di studio e ricerca personale e, nei limiti della normativa vigente in materia, per uso didattico.